La festa internazionale della Cannabis è il 4:20

Aprile 18, 2021 0 di Redazione

La festa internazionale della Cannabis è tradizione sia il 20 Aprile, ossia il 4:20. E’ 4:20 anche ogni giorno alle 16:20, rituali e leggende che scandiscono la vita di molti appassionati in tutto il mondo, e la discografia sulla numerologia della legalizzazione si spreca.

Montagne verdi sorridono come ad Heidi

Incastro cerchi di fumo, logo dell’Audi

Certe notti qua è più calda che ai Caraibi

E farei un pezzo con Liga solo per chiamarlo Ligalize It”

420 – (Ensi feat. Gemitaiz & Madman), tratta dall’album V

E’ il capodanno cannabico per antonomasia ma come ha avuto origine è un po’ un mistero.

E’ nata prima la data 4/20 (inglese americano, mese/giorno/anno) o prima l’orario 16:20 (4:20PM) ?

Nel maggio 1991, su Higt Times, è stata pubblicata la storia di Mark Gravitch, Dave Reddix e Steve Capper, alcuni degli studenti della scuola superiore San Rafael della Contea di Marin in California. Erano gli anni ‘70 e gli amici erano soprannominati Waldos per l’abitudine che avevano di stanziare sul “muretto” (wall) dopo le lezioni.

Sempre allo stesso orario, ogni giorno erano le 16:20 così la marijuana divenne presto “la 420”, codice utilissimo per non farsi sgamare durante il Proibizionismo Aslingeriano.

“At 4-2-0 yeah our clocks is always altered

(We talking pounds)

These anti-heroes are just here to serve you proper

(Roll that shit up)

So leave those blessings right up here upon the alter

(Pass it around)

At 4-2-0 everybody’s burning ganja”

4-2-0 – Kottonmouth Kings

Alcuni ritengono che invece il numero 420 faccia riferimento al Codice Penale della California, possesso e consumo di cannabis. Errato, quel codice fa in verità riferimento ad altro. Non è neanche il codice con cui la polizia segnala minori sospetti connessi all’uso di marijuana, nè il numero dei componenti chimici attivi contenuti nel fiore.

La leggenda più attendibile è quindi quella dei Waldos

alcuni suppongono che i ragazzi, detti “the 420”, fossero in cerca di una produzione in guerrilla a Point Reyes nei pressi della guardia costiera e che ogni giorno dal muretto andassero alla ricerca di questo campo dei miracoli.

Ci piace immaginarli così, nel fiore degli anni, quando tutto è una sfida e un campo di cannabis della Guardia Costiera è una caccia al tesoro.

Ogni giorno è 4: 20

Gocciolo sugo con Fendi

Non ti racconto i segreti del sugo sennò li spari ai quattro venti

Siete rapper divertenti”

420- MamboLosco, Nashley, Edo Fendy, Kerim

Che sia domani il 20 Aprile o oggi alle 16:20, l’importante è che ci si riconosca tra amanti della stessa pianta. Può essere un tatuaggio o un murales, qualcuno che esulta quando esce il 420 come numero in qualsiasi situazione, il messaggio in codice che continua ad unire una comunità sempre meno silenziosa.

di Marta Lispi, copywriter cannabica